Nell’ambito del progetto “Una città per la Costituzione” nei giorni 8-9 maggio 2018, in rappresentanza dell’IIS “Amari” (classi IIA, IIB, IIC, IVH, IVF), abbiamo partecipato al “viaggio della legalità” in occasione del 40° anniversario dell’assassinio di Peppino Impastato.

Siamo stati a Portella della Ginestra dove abbiamo incontrato Serafino Petta, ultimo testimone della strage del 1° Maggio 1947. A Corleone siamo stati guidati lungo il percorso della legalità ed abbiamo avuto modo di ammirare i quadri del pittore Gaetano Porcasi che abbiamo incontrato la mattina del 9 maggio, regalandoci delle interessanti informazioni sui luoghi da cui trae ispirazioni per le sue opere. La partecipazione alla manifestazione per ricordrel’omicidio mafioso di Peppino Impastato a Cinisi ha rappresentato l’emozionante epilogo del nostro viaggio nei luoghi della memoria, infatti è stato commovente ripercorrere dal vivo quei famigerati “cento passi” a testimonianza che la legalità non deve riguardare soltanto le forze dell’ordine e la magistratura ma, come testimonia la vicenda di Peppino, solo se saremo uniti e compatti potremo farcela, perché battersi per la legalità equivale a battersi per la ibertà! “Peppino è vivo e lotta insieme a noi, le sue idee non moriranno mai”.