Venerdì 9  febbraio il Liceo Classico ha partecipato per la prima volta alla  Giornata Mondiale della Lingua Greca.

  In tale  occasione gli studenti del biennio hanno realizzato una   serie di interessanti  attività laboratoriali inerenti alle tre parole su cui si era deciso di riflettere: democrazia, politica, xenofobia. Tutti i lavori, guidati dai vari docenti, hanno suscitato l’interesse dei ragazzi e sono particolarmente apprezzabili per il  taglio talora originale.

  Il triennio ha invece avuto l’opportunità di partecipare, in Aula Magna,  all’interessante seminario “ Come ali del vento nel vento”  della prof.ssa Katherina Papatheu, Università degli studi di Catania. L’incontro  si è aperto con  i saluti del Dirigente Scolastico Giovanni Lutri, del Console onorario di Grecia, Arturo Bizzarro,    del Sindaco di Giarre Angelo  D’Anna,  della prof,ssa  Maria Rosaria Grasso, referente del progetto,  e della   prof.ssa Sandra La Ferrera,  docente di greco, che ha brillantemente sintetizzato  il rapporto fra politica e teatro nel mondo greco.  Successivamente, dopo essere stata introdotta dalla prof.ssa Rosanna Greco,  la relatrice,  prof.ssa Papatheu ha presentato agli studenti un interessante mix di immagini, testi e musiche per sottolineare ancora una volta  l’importanza del contributo linguistico, e quindi culturale, del mondo greco. Anche la docente si è poi voluta soffermare  sulla parola democrazia, esaminandone  significato ed  importanza e poi , facendo riferimento anche a toccanti esperienze personali,  ha sottolineato come sia necessario per tutti ,  e in particolare per le giovani generazioni,  difenderla ad ogni costo, essendo spesso essa  garanzia di libertà individuale e collettiva. Per quanto imperfetta,  faticosa, terreno fertile per demagogia e corruzione, la democrazia rimane ancora oggi fondamento  di una società libera, giusta, improntata a principi di eguaglianza e di inclusività.  E non possiamo farne a meno.

 Maria Rosaria Grasso