GYMNASIUM
L'AMARI presenta GYMNASIUM anuuario per il 130° anniversario del ginnasio
GYMNASIUM
L'AMARI presenta GYMNASIUM anuuario per il 130° anniversario del ginnasio
GYMNASIUM
L'AMARI presenta GYMNASIUM anuuario per il 130° anniversario del ginnasio
Notte Nazionale L.Cl. 2019
Notte Nazionale L.Cl. 2019
Notte Nazionale L.Cl. 2019
Offball
L'AMARI organizza il 3° campionato scolastico Offball
Progetto LIS
Apprendimento del linguaggio dei segni
Le tradizioni
Il Carnevale a Riposto
Clownteraphy
Il valore di un sorriso
Clownterapy
Alternanza scuola-lavoro all'ospedale di Taormina
Olimpiadi Storiche
Accensione del tripode
Olimpiadi Storiche
Olimpiadi Storiche
Atleti in campo
Olimpiadi Storiche
Liceo Matematico
Festa del Liceo Matematico
Liceo Matematico
Presentazione lavori
Liceo Matematico
Presentazione lavori
Ulisse eroe di ieri e di oggi al centro del Mediterraneo
Ulisse
Una città per la Costituzione
Manifestazione a Cinisi
Ulisse eroe di ieri e di oggi al centro del Mediterraneo
Arrivo ad Itaca
Progetto Erasmus

A pochi giorni dai funerali del professore Giuseppe Garrizzo, tenutisi a Riposto, sua città natale, anche noi

dell’Associazione Amici e ex Alunni dell’Amari, il Dirigente scolastico prof.  Giovanni Lutri e tutto il personale dell’ I.I.S. “ M. Amari”, vogliamo dare un contributo al suo ricordo, alle tante testimonianze di coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato.

Per la nostra Associazione, la figura del professore Giarrizzo ha voluto dire tanto e, non solo per le collaborazioni frutto della sua disponibilità, di studioso che non si sottraeva alla dotta conversazione, al confronto, “ … molti storici, italiani e non, ho incontrato: con molti di essi mi sono scontrato, a tutti debbo molto di più di quanto essi non abbiano saputo …”1 , ma anche, e soprattutto, per la grande umanità, per aver operato un connubio tra il pensiero storico e l’impegno civile di militanza politica. Il professore Giarrizzo ha fatto parte di quella nobile schiera di studiosi aperti al dialogo che hanno trasmesso a generazioni di studenti, oltre che il sapere delle carte , il rigore etico dell’uomo.

Ecco, noi così lo vogliamo ricordare, con alcune sue righe dove forte è la sua passione di “storico meridionale”, sensibile anche ai molteplici rapporti tra il potere e il cambiamento della società meridionale “… la Sicilia araba si pone così in modello affine ma alternativo all’ Italia “germanica” del medioevo degli invasori: gli arabi che pur aiutavano i siciliani a guarir dalla “tisi”bizantina, sperimentavano nell’isola un modello di civiltà che si sarebbe rivelato essenziale per la fondazione della “nazione” e per il contributo storico della Sicilia alla nascita e allo sviluppo dell’Italia”.2

1da Cent’anni del  ginnasio, Note autobiografiche, 1987.

2G. Giarrizzo, presentazione di M. Amari, Storia dei Musulmani di Sicilia, Firenze 2002.