GYMNASIUM
L'AMARI presenta GYMNASIUM anuuario per il 130° anniversario del ginnasio
GYMNASIUM
L'AMARI presenta GYMNASIUM anuuario per il 130° anniversario del ginnasio
GYMNASIUM
L'AMARI presenta GYMNASIUM anuuario per il 130° anniversario del ginnasio
Offball
L'AMARI organizza il 3° campionato scolastico Offball
Progetto LIS
Apprendimento del linguaggio dei segni
Le tradizioni
Il Carnevale a Riposto
Clownteraphy
Il valore di un sorriso
Clownterapy
Alternanza scuola-lavoro all'ospedale di Taormina
Olimpiadi Storiche
Accensione del tripode
Olimpiadi Storiche
Olimpiadi Storiche
Atleti in campo
Olimpiadi Storiche
Liceo Matematico
Festa del Liceo Matematico
Liceo Matematico
Presentazione lavori
Liceo Matematico
Presentazione lavori
Ulisse eroe di ieri e di oggi al centro del Mediterraneo
Ulisse
Ulisse eroe di ieri e di oggi al centro del Mediterraneo
Arrivo ad Itaca
Una città per la Costituzione
Manifestazione a Cinisi
Progetto Erasmus

Non è follia e non è gelosia.

È un modo di vivere le relazioni che ci viene insegnato basato sul possesso, sul rispetto dei ruoli di genere e sull'accondiscendenza femminile.

E c'è chi ancora fa il timido davanti la parola femminicidio.

Bisogna comprendere la differenza tra la morte e la morte per mano di qualcuno che amavi.

Femminicidio indica il movente, non la morte.

“È morta un'altra donna” e solo a quel punto ce ne frega qualcosa di lei, perché le donne si preferisce piangerle da morte piuttosto che aiutarle da vive.

E Per Antonella, Elda, Fabiola, Nunzia, Francesca, Rebecca, Cristina, Maura, Antonia, Gabriella, Maria Luisa, Rita, Matilde, Anna e tutte le altre sorelle uccise per colpa dei mariti, ex mariti, fratelli, conoscenti, sconosciuti, giorno 24 Novembre 2018, anche presso il Liceo Delle Scienze Umane “M. Amari”, un pensiero è volato verso di loro.

Il nostro liceo è sempre stato sensibile a queste tematiche ed è per questo che all'interno dell'aula magna di Palazzo Granata, durante la terza ora, è stato organizzato dagli stessi alunni un momento di profonda riflessione.

Un gruppo per ogni classe ha creato o letto una poesia, proposto una lettura particolare, cantato una canzone e discusso insieme agli altri studenti sul medesimo argomento.

In cortile, è stato invece letto l'elenco con i nominativi di tutte vittime uccise nel 2018.

Momento che ha coinvolto ed emozionato tutti, studenti e professori, che insieme hanno lasciato volare in cielo dei palloncini rossi, simbolo della giornata mondiale contro il femminicidio.